Unfranca cavagnoli

Premio nazionale per la traduzione, edizione 2014, a Franca Cavagnoli– che in Statale tiene corsi di Teoria e tecnica della traduzione inglese fin dal 2002 – per l’insieme della sua attività traduttoria e per aver saputo “compiere un’ampia e approfondita riflessione teorica sul suo fare/poiein”.

I Premi nazionali per la traduzione sono stati istituiti nel 1989 dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e rappresentano il massimo riconoscimento dello Stato a favore di quanti sono impegnati in un’attività che si configura come insostituibile dialogo tra culture diverse.

in particolare alle sue traduzioni di autori come  Mark Twain, F.S. Fitzgerald e J.M. Coetzee, V.S. Naipaul e Toni Morrison.

Di Franca Cavagnoli  la giuria  ha voluto riconoscere anche la sua lunga e felice attività didattica.
Nella menzione si legge infatti: “Cavagnoli è anche una ‘maestra’ e riesce a trasmettere a decine di allievi le proprie competenze e la propria esperienza. Una maestra, dunque, sia nell’ arte del tradurre sia nella riflessione sulla traduzione come esperienza e come necessità vitale nell’epoca della globalizzazione e dell’incontro obbligato tra i cittadini del mondo”.

Franca Cavagnoli ha pubblicato il volume di saggi Il proprio e l’estraneo nella traduzione letteraria di lingua inglese (Polimetrica 2010) e due romanzi: Una pioggia bruciante (Frassinelli 2000) e Non si è seri a 17 anni (Frassinelli 2007).

Insegna Teoria e tecnica della traduzione inglese presso l’Università degli Studi di Milano.

Si occupa di letterature postcoloniali di lingua inglese (le principali aree di interesse sono l’Australia, il Sudafrica e i Caraibi); coordina e cura per Adelphi la pubblicazione delle opere di V.S. Naipaul e William S. Burroughs.

Ha tradotto opere di Toni Morrison, Nadine Gordimer, Jamaica Kincaid, J.M. Coetzee, V. S. Naipaul e David Malouf. Ha curato due antologie di narratori australiani: Il cielo a rovescio (Mondadori 1998) e Cieli australi. Cent’anni di racconti dall’Australia (Mondadori 2000) e la raccolta completa dei racconti di Katherine Mansfield (Mondadori 2006). Nel 2010 ha ricevuto il premio Fedrigoni per la traduzione letteraria e nel 2011 il premio Gregor Von Rezzori per la sua nuova traduzione di Il grande Gatsby.

 

Annunci